Show Less
Restricted access

Il cuore irrequieto dei papi

Percezione e valutazione ideologica del nepotismo sulla base dei dibattiti curiali del XVII secolo

Series:

Marzio Bernasconi

Il XVII secolo è caratterizzato da un grande dibattito curiale attorno alla legittimità del nepotismo pontificio. La valutazione di questo dibattito rappresenta anche un profilo delle mentalità e dei valori comuni alle società europee e favorisce uno sguardo profondo sulle norme dell’età moderna.
L’opinione generale tende ancora a definire il nepotismo una terra incognita, soprattutto per quanto riguarda la sua dimensione teorica. Questa ricerca, rispondendo a un desiderio interdisciplinare di studi, ci dà un quadro d’insieme della controversia letteraria e ci fornisce una valutazione ideologica del fenomeno.
L’autore sovrappone in modo comparativo i diversi documenti manoscritti che descrivono e giudicano la pratica sociale, riuscendo poi, attraverso un’attenta analisi topologica dei documenti, a trascendere il livello più superficiale e a scavare in profondità dentro l’oggetto di studio fin nelle coscienze dei protagonisti.
Dal contenuto: Una terra ancora inesplorata – Il nepotismo e il suo contesto – Una valutazione ideologica del nepotismo attraverso la sua percezione contemporanea – Il nepotismo attraverso la prospettiva interiore dei papi – Il metodo di ricerca – Discussioni curiali sul nepotismo – Caratteristica imprescindibile della corte romana – Caso emblematico: Papa Alessandro VII (Chigi, 1655-1667) – Elementi pro/contro nepotismo – Il paradosso dei documenti ufficiali – L’ambiguità dei papi – Paolo V (Borghese, 1605-1621) – Gregorio XV (Ludovisi, 1621-1623) – Urbano VIII (Barberini, 1623-1644) – Innocenzo X (Pamfili, 1644-1655) – Alessandro VII (Chigi, 1655-1667) – Clemente IX (Rospigliosi, 1667-1669) – Clemente X (Altieri, 1670-1676) – Innocenzo XI (Odescalchi, 1676-1689) – Alessandro VIII (Ottoboni, 1689-1691) – Innocenzo XII (Pignatelli, 1691-1700) – Nomine giustificative per i nipoti – Documenti manoscritti – Bolle e Brevi ufficiali.