Show Less
Open access

Sguardi linguistici sulla marca

Analisi morfosintattica dei nomi commerciali in italiano

Series:

Maria Chiara Janner

«Coop», «Voiello», «Superga»: nomi propri? nomi comuni? Come funzionano i nomi commerciali (o marchionimi) nella lingua, quali tratti presentano quando entrano nel discorso?

Il volume rappresenta il primo ampio studio sistematico sul funzionamento dei nomi commerciali nell’italiano scritto. Il suo carattere innovativo risiede nell’impostazione sperimentale con cui indaga i marchionimi, scandagliando sintatticamente un vasto «corpus» di dati testuali appositamente elaborato. Prendendo ispirazione ideale dalla lezione di Saussure, i nomi commerciali sono processualmente descritti nei loro valori correlativi: non come entità ontologicamente predefinite, bensì come il risultato di rapporti sintagmatici e paradigmatici da cogliere metodologicamente nell’analisi delle proposizioni in cui tali nomi ricorrono. Ne emerge una visione radicalmente nuova del nome commerciale, scevra da luoghi comuni onomastici o categoriali, e in grado di gettare un fascio di luce, da una prospettiva inconsueta, anche sul problema millenario dei nomi propri.

Show Summary Details
Open access

Sommario

Sommario

Ringraziamenti

Una prospettiva diversa. Introduzione

Parte I. Stato della ricerca

Introduzione

1.    Dalla merce al desiderio. Cenni sullo sviluppo storico della marca

2.    Riflessioni teoriche sul nome di marca: diritto e marketing

2.1    Diritto: avere un nome

2.2    Marketing: farsi un nome

3.    Linguistica: essere un nome. Aspetti teorici

3.1    Terminologia e definizioni

3.2    Categoria grammaticale

3.3    Evoluzioni nell’uso linguistico quotidiano

4.    Linguistica: studi descrittivi

4.1    Analisi formale

4.2    Marchionimi nelle opere lessicografiche

4.3    Analisi contestuale

Conclusioni

Parte II. Fondamenti teorici e metodologici

1.    Premesse teorico-metodologiche

1.1    Valore

1.2    Funzione

1.3    Studiare relazioni e ricercare opposizioni

1.4    Non basta la semantica?

1.5    Notazioni

2.    Studi sintattici sui nomi propri (di marca)

3.    I dati: criteri di raccolta e problemi

Parte III. Analisi morfosintattica

Introduzione

1.    Nessi nominali: usi argomentali

Introduzione

1.1    Determinazione

1.1.1    Determinatori sintatticamente motivati

1.1.2    Presenza e assenza di determinatori come varianti liberamente alternanti

1.1.3    Nomi commerciali sistematicamente determinati

1.1.4    Ellissi o nominalizzazione? Il significato come processo

1.1.5    Riflessioni sistemiche sulla determinazione

1.2    Genere e numero

1.2.1    Genere

1.2.2    Numero

1.3    Modificazioni predicative

1.3.1    Attributi

1.3.2    Apposizioni

Conclusioni

2.    Nessi nominali: usi predicativi

Introduzione

2.1    Marchionimo come predicato di denominazione

2.1.1    Il costrutto azienda Nmc

2.1.2    Il costrutto marca/marchio Nmc

2.2    Marchionimo come modificazione attributiva

2.2.1    Nessi N Nmc con nomi concreti (relazione prodotto-produttore)

2.2.2    Nessi N Nmc con nomi astratti

2.2.3    Nessi N Nmc con nomi [+ umani]

Conclusioni

3.    Nessi preposizionali

Introduzione

3.1    Funzione argomentale

3.1.1    Nessi preposizionali con funzione argomentale nucleare

3.1.2    Complementi preposizionali del predicato

3.2    Modificazioni predicative: complementi di specificazione (N di Nmc)

3.2.1    Valore soggettivo e oggettivo

3.2.2    Relazione prodotto-produttore

3.2.3    Con nomi [+ umani]

3.2.4    Relazione contenente-contenuto

3.2.5    Funzione di aggettivi relazionali

3.3    Altre tipologie di modificazioni predicative: il costrutto N da Nmc

3.4    Supplementi predicativi

3.4.1    Supplementi locativi

3.4.2    Mezzi di trasporto

3.4.3    Abbigliamento

Conclusioni

4.    Sintassi della proposizione

Introduzione

4.1    Funzione di soggetto e restrizioni di selezione

4.2    Oggetti diretti in combinazione ricorrente con un predicato

4.3    Costruzioni copulari

4.3.1    Nomi commerciali e predicato d’identità

4.3.2    Nomi commerciali in funzione predicativa

4.4    Volare Alitalia. Usi avverbiali

4.4.1    Inquadramento diacronico

4.4.2    Analisi funzionale: uso avverbiale o uso argomentale?

4.4.3    Interpretazione del costrutto

4.5    Quel cowboy targato Marlboro. Etichette metalinguistiche

4.5.1    Aspetti predicativi della struttura

4.5.2    Modificazione denominativa (con nomi riferiti a prodotti)

4.5.3    Usi metaforici

4.5.4    Non solo targhe, non solo firme. L’esempio di calzato

4.6    Alla Renault volevano Prost. Nessi preposizionali e soggetto non specificato

4.6.1    Con verba dicendi

4.6.2    Con altri predicati verbali

4.6.3    Osservazioni sulla struttura

Conclusioni

5.    Barilliani o DeCecchisti? Derivazione e composizione

Introduzione

5.1    Formazioni per affissazione

5.2    Formazioni per composizione

Conclusioni

6.    Usi metaforici

Introduzione

6.1    Marchionimi metaforici in funzione argomentale

6.1.1    Usi non modificati: Det Nmc

6.1.2    Usi modificati: Det Nmc Mod

6.2    Marchionimi metaforici come modificatori

6.2.1    Modificazione semplice: N Nmc

6.2.2    Con preposizione: N da Nmc, N a(Det) Nmc

Conclusioni

7.    Dagli Avirex ai Miss Sixty in dodici anni. Marchionimi e narrativa: analisi di Federico Moccia, Tre metri sopra il cielo

Introduzione

7.1    Usi argomentali e predicativi. Analisi linguistica

7.2    Sistema della moda, sistema della lingua. Tratti e valori

7.3    Le massaie di Migliorini e la nascita di luoghi comuni

Conclusioni

8.    Consuntivo dell’analisi

8.1    Nessi nominali: usi argomentali

8.2    Nessi nominali: usi predicativi

8.3    Nessi preposizionali

8.4    Sintassi della proposizione

9.    Conclusioni

Bibliografia

Indice analitico

Indice dei nomi di marca citati