Show Less
Restricted access

Im Garten der Texte

Vorträge und Aufsätze zur italienischen Literatur

Series:

Hans Felten

Edited By Franziska Andraschik

Der vorliegende Band umfasst fünfzehn Arbeiten des Aachener Romanisten Hans Felten. Mit unterschiedlichen Fragestellungen und Methoden betrachtet er die italienische Literatur- und Kulturgeschichte. Das Spektrum reicht von der klassischen geistes- und theologiegeschichtlich orientierten Lectura Dantis über intertextuelle und metafiktionale Untersuchungen am Beispiel der Vita Alfieris, über Diskursanalysen von Da Pontes Don Giovanni und die lettura plurale eines Calvino-Textes bis hin zu intertextuellen Untersuchungen von Tabucchis Erzählungen und der Skizze einer lettura «gender» am Beispiel eines historischen Romans einer zeitgenössischen sizilianischen Autorin.
Show Summary Details
Restricted access

Antonio Tabucchi: Si sta facendo sempre più tardi. Una lettura mitologica

Extract

Antonio Tabucchi: Si sta facendo sempre più tardi. Una lettura mitologica

Si sta facendo sempre più tardi è un testo ibrido costruito come un intreccio in cui si sovrappongono il romanzo epistolare e quello di memoria, testo che già in vista dei due generi utilizzati – entrambi esigono un io-narrante – si presta ad una lettura in chiave narcisista.1 Inoltre, con una sola eccezione, il materiale narrativo cui si ricorre e lo sviluppo dell’azione segnalano il narcisismo come punto di partenza e generatore epico dell’intero testo: i protagonisti evocano con nostalgia ed autocompiacenza episodi d’amore e passione vissuti con donne ormai sparite da anni, episodi d’amore rievocati solo grazie alla potenza creatrice del ricordo e dell’immaginazione, immaginazione che si materializza attraverso la scrittura, attraverso lettere dirette alle ormai irraggiungibili donne amate. Non potendo mai raggiungere i rispettivi destinatari, le lettere si convertono in lettere fittizie, lettere di confessione narcisista che i protagonisti, senza rendersene conto, rivolgono a se stessi per fare risorgere una passione morta e rispecchiarsi come amanti in una passione ormai diventata letteratura, finzione, scrittura. In altre parole: il romanzo di Tabucchi costituisce una variante del mito di Narciso, riprendendo e conservando la struttura portante propria del mito, cioè la storia di un io-narrante che con autocompiacenza si rivolge a se stesso.

Il narcisismo, tema predominante del romanzo di Tabucchi, è più che ovvio tanto nella trama quanto nell’atteggiamento dei narratori e costituisce una struttura che ci inviterebbe a effettuare una lettura in chiave narcisista del testo, dalla...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.