Show Less

Sintassi marcata dell’italiano dell’uso medio in prospettiva contrastiva con il francese, lo spagnolo, il tedesco e l’inglese

Uno studio basato sulla scrittura dei quotidiani online

Series:

Anna-Maria De Cesare, Davide Garassino, Rocío Agar Marco, Ana Albom and Doriana Cimmino

Questo volume persegue un triplice obiettivo. In primo luogo, si descrivono le proprietà distribuzionali, formali e funzionali dei costrutti di sintassi marcata dell’italiano dell’uso medio alla luce del loro impiego nella scrittura dei quotidiani online, un tipo di testo ancora poco noto. In secondo luogo, si identificano le proprietà che caratterizzano tali costrutti in un contesto europeo, vale a dire rispetto alle proprietà delle stesse (o analoghe) strutture in francese, spagnolo, tedesco e inglese. Questa scelta si giustifica con il fatto che il confronto interlinguistico permette di raggiungere il terzo obiettivo della presente ricerca: collocare l’italiano in un quadro tipologico romanzo e, più generalmente, europeo.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Parte I. Sintassi marcata dell’italiano dell’uso medio: obiettivi, metodi e strumenti

Extract

31 Parte I. Sintassi marcata dell’italiano dell’uso medio: obiettivi, metodi e strumenti Questa prima parte del volume si articola in tre sezioni che descrivono l’oggetto e i principali obiettivi di questa ricerca (§ 1), i metodi (§ 2) e gli strumenti, in particolare la base empirica, usati per raggiungere gli obiettivi prefissati (§ 3). 1. Sintassi marcata dell’italiano dell’uso medio in prospettiva contrastiva: obiettivi In questa sezione del lavoro presentiamo in modo dettagliato l’oggetto della presente ricerca – la sintassi marcata dell’italiano (§ 1.1.) –, per passare poi a chiarire i principali obiettivi dello studio così come alcuni suoi obiettivi secondari e i suoi apporti alla linguistica sia teorico-descrittiva sia applicata (§ 1.2.). 1.1. Descrizione dell’oggetto di studio Le quattro sottosezioni nelle quali si articola il § 1.1. identificano dapprima le forme che entrano nel paradigma delle strutture marcate dell’italiano contemporaneo (§ 1.1.1.) e le ragioni principali per cui si usano le strutture marcate a scapito di altre strutture sintattiche, in particolare della frase non marcata (§ 1.1.2.); alla luce della flessibilità posizionale dei principali costituenti di frase, si individua poi (nel § 1.1.3.) lo statuto dell’italiano contemporaneo rispetto ad altre lingue europee, prestando soprattutto at- tenzione alle lingue che abbiamo scelto per il confronto in questo studio (il francese, lo spagnolo, l’inglese e il tedesco); infine, si propone un breve riepilogo delle principali proprietà della sintassi marcata dell’italiano con- temporaneo in prospettiva contrastiva (§ 1.1.4.). 32 1.1.1. Sintassi marcata dell’italiano contemporaneo: paradigma di forme 1.1.1.1. L’ordine SVO e grado di libertà dei costituenti maggiori di frase Da un punto di vista...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.